Più del 95% della popolazione mondiale respira aria inquinata


Pubblicato da The Post Internazionale il 25 Aprile 2018


Più del 95% della popolazione mondiale respira aria pericolosa e il peso sta ricadendo soprattutto sulle comunità più povere, con il divario tra i paesi più inquinati e quelli meno inquinati in rapida crescita.

Il rapporto State Of Global Air, pubblicato il 17 aprile 2018 dall’Health Effects Institute (HEI), ha utilizzato i dati satellitari e monitoraggio in loco per stimare il numero di persone esposte all’aria inquinata al di sopra dei livelli ritenuti sicuri dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO). Il progetto è un impegno congiunto tra l’Health Effects Institute (HEI), l’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) e l’Università della British Columbia. Si basa sui dati del Global Burden of Disease dell’IHME, ovvero un’analisi di oltre 300 malattie e cause di morte in 195 paesi e territori diversi e degli 84 fattori di rischio comportamentali, dietetici, ambientali e occupazionali.

E secondo lo studio, la maggior parte della popolazione mondiale vive in aree dove la qualità dell’aria è malsana. Circa il 95% delle persone vive in aree in cui le concentrazioni di particolato fine (piccole polveri o particelle di fuliggine nell’aria) ambientale all’aperto superano le linee guida per la qualità dell’aria WHO di 10 μg/m3. Quasi il 60% vive in aree in cui il particolato fine supera anche il meno restrittivo obiettivo di qualità dell’aria temporaneo della WHO di 35 μg/m3 . Questa esposizione ha reso l’inquinamento atmosferico la quarta causa di morte in assoluto a livello mondiale, dopo l’ipertensione, la dieta e il fumo, ed è diventato il più grande rischio per la salute ambientale.

Concentrazioni medie annuali [μg/m3] di PM2.5, 2015. I dati tengono conto della distribuzione della popolazione in ciascun paese. Fonte: State Of Global Air 2015

Le città ospitano la crescente maggioranza della popolazione mondiale, esponendo miliardi di persone ad un aria non sicura, in particolare nei paesi in via di sviluppo. Nelle zone rurali il rischio di inquinamento dell’aria al chiuso è spesso causato dalla combustione di combustibili solidi. Una persona su tre in tutto il mondo affronta il doppio problema dell’aria non sicura sia all’interno che all’esterno. Gli esperti stimano che l’esposizione all’inquinamento atmosferico abbia contribuito a oltre 6 milioni di morti in tutto il mondo nel 2017, contribuendo ad aumentare il rischio di ictus, infarto, cancro ai polmoni e malattie polmonari croniche. La Cina e l’India hanno rappresentato oltre la metà del bilancio delle vittime. […]


Leggi tutto l’articolo:

Più del 95% della popolazione mondiale respira aria inquinata


Email Share Tweet +1 Share Follow Follow Print