Tecnologie energetiche a base d’idrogeno: il programma europeo nel progetto FCH2 di Horizon2020

1 aprile 2015, aula Ve (DII), Padova
Incontro con la ricerca, 11° appuntamento

Relatore: Massimo Guarnieri

Locandina GuarnieriIl 1 aprile 2015 abbiamo avuto come ospite il professore universitario
Massimo Guarnieri che rappresenta l’università di Padova nella commissio europea FCH (tecnologie energetiche a base di idrogeno). Egli ci ha presentato il nuovo programma FCH2-JU che organizza bandi fornendo linee guida specifiche per la ricerca; l’obiettivo è lo sviluppo di soluzioni sfruttabili e pulite che usano idrogeno come vettore energetico, con campi di applicazione che vanno dai trasporti, alle applicazione stazionarie o ad una sinergia dei due , ponendo attenzione anche alla regolamentazione, alla sicurezza e all’accettazione sociale.
Oltre a questo nuovo programma, ci ha elencato varie tecnologie, con utilizzo di idrogeno, già mature quali:

  • unità di accumulo energetico utilizzate come sistemi di backup
  • sistemi autonomi di generazione come le SOFC per avere cogenerazione.
  • applicazioni nei trasporti sia per la mobilità urbana (l’H può garantire un’autonomia anche di 12h), che per automobili.

Infine affrontando il problema dello stoccaggio e del costo delle stazioni di ricarica ha elencato dei nuovi progetti.
Alcuni metodi soggetti a ricerca sono l’accumulo stagionale con taverne sotterranee, lo stoccaggio liquido e lo stoccaggio solido.

►Link utili
Video youtube della conferenza
Slide

Email Share Tweet +1 Share Follow Follow Print