ARETHA: energia solare per tutti – Mercoledì della ricerca, sesto appuntamento

Mercoledì della ricerca: sesto appuntamento.
3 Dicembre 2014, aula Ce DII, Padova.

Relatori: Franco Mantega e Paolo Bonelli (CISE2007)

locandina Aretha

 

Argomenti trattati
Aretha è il nome dato ad un progetto dal suo ideatore, Franco Mantega. Si tratta di un Pannello solare termico non convenzionale, ossia realizzato con tecnologie e dispositivi fruibili da un alto numero di persone. L’idea del team è quella di poter “dare energia solare a tutti” realizzando il progetto di un collettore solare simile al tradizionale flat, ma sfruttando lo scambio aria/acqua tramite un radiatore d’auto usato facilmente reperibile. L’uso di materiali poveri, quali un semplice compensato di legno per il telaio e il policarbonato per la copertura trasparente, permette di mantenere i costi di realizzazione molto bassi. Questo rende il progetto particolarmente interessante per i paesi sottosviluppati, che potrebbero godere dei benefici dell’acqua calda più facilmente e magari usare il pannello per creare una sorta di microeconomia locale (ad esempio sfruttandolo come essicatore o desalinizzatore dell’acqua). In accordo con la filosofia del progetto anche il sistema di controllo è open source e basato su due schede Arduino Uno.

Sono stati realizzati tre prototipi (tutt’ora funzionanti) a Milano, Montalbano e Costa del Grillo costruti interamente con componenti “di scarto” (radiatori d’auto usati, circolatori di vecchie caldaie, lana di pecora come isolante)

Chiaramente il rendimento non si avvicina a quello dei collettori commerciali, ma Mantega e Bonelli sottolineano che in alcuni contesti, avendo a disposizione maggiore superficie, potrebbe essere una soluzione migliore in termini di impatto globale e sostenibilità.

►Link utili:
Presentazione di Aretha qui
Video dell’evento qui
Pagina Facebook italiana qui e internazionale qui

Email Share Tweet +1 Share Follow Follow Print